Bufalometro giornalistico 1.0

Lo spunto l'ho preso dal bufalometro originale, un divertente ed efficace strumento per valutare la credibilità degli avvisi internettari sull'avvento di virus informatici distruttivi ogni oltre dire.
Ho provato quindi a creare qualcosa di simile che aiuti a valutare di primo acchito la credibilità delle notizie giornalistiche.
Basta semplicemente sommare i punti delle voci corrispondenti, e poi confrontarle col bufalometro sottostante.
 Ovviamente è una versione di prova, passibile di miglioramenti, ampliamenti, ricalibramenti, correzioni.
Quindi va usata con cautela, leggete le avvertenze, da non somministrare ai bambini sotto i 36 mesi ecc ecc.

Piccola nota terminologica. Questo bufalometro aiuta a riconoscere sia le bufale che le semi-bufale.
Bufala: notizia completamente inventata; ad esempio quella celeberrima dei gattini bonsai.
Semi-bufala: notizia basata su fatti reali, ma notevolmente distorti, enfatizzati, fraintesi; ad esempio l'allarme per l'influenza suina, o per quella aviaria: il morbo esisteva, ma le notizie che preconizzavano centinaia di migliaia di morti erano ovviamente gonfiate.

Bufalometro giornalistico 1.0

Nella notizia viene usato uno dei seguenti termini o espressioni (sommare i relativi punteggi per ogni occorrenza):

  • "shock": 5 punti.
  • "minaccia": 10 punti.
  • "allarme": 20 punti.
  • "dilagante", "dilagare" o derivati: 30 punti.
  • "ultima follia": 10 punti.
  • "cade l'ultimo tabù": 15 punti.
  • "ed è polemica", "e scoppia la polemica", o simili: 30 punti
  • "il popolo di internet", "il popolo dei blog", "il popolo di Facebook", o simili: 20 punti

Bonus di 30 punti per le espressioni di cui sopra presenti nel titolo della notizia.

Nella notizia vengono usate espressioni generiche e onnicomprensive: "le donne", "i musulmani", "i genitori", "i cinesi", "gli anziani", "gli immigrati", ecc: 10 punti a ogni occorrenza
Bonus di 30 punti ad ogni occorrenza dell'espressione "i giovani".
Bonus di 50 punti se viene usata l'espressione "i nostri figli" (che diventano 100 se è usata nel titolo). 

La notizia fa intendere che è in atto una degenerazione rispetto ai vecchi tempi in cui le cose funzionavano, c'era rispetto, c'era morale, ecc: 100 punti

La notizia è originata da un appello che circola su internet: 200 punti 
 La notizia è originata da un appello che circola su Facebook: 1000 punti

La notizia riguarda gli Stati Uniti: 10 punti
La notizia riguarda i paesi islamici o arabi: 50 punti
La notizia riguarda l'Africa subsahariana: 70 punti
La notizia riguarda Cina o Giappone: 100 punti
La notizia riguarda un paese o una regione che non si sente quasi mai nominare: 150 punti

La notizia riguarda una nuovissima ricerca di psicologia: 100 punti
(bonus di 50 punti se la ricerca è stata effettuata negli Stati Uniti)
La notizia riguarda una qualche innovazione tecnologica: 150 punti 
(bonus di 100 punti se viene presentata in maniera negativa)

La notizia riguarda un qualche provvedimento politico: 50 punti
La notizia riguarda una sentenza di un qualche tribunale: 100 punti
La notizia contiene dichiarazioni indignate di una parte politica (o governo o opposizione): 150 punti
La notizia contiene dichiarazioni indignate di tutte le parti politiche: 300 punti
La notizia riporta dichiarazioni politiche che promettono severe contromisure: 100 punti
(bonus di 50 punti se è usata l'espressione "bisogna fare qualcosa", oppure "bisogna difendere la società")
La notizia riporta le opinioni di un/a qualche esperto/a che frequenta abitualmente i programmi televisivi: 200 punti
(bonus di 50 punti se afferma che la situazione è preoccupante)
 

Bene… ora basta fare i conticini, sommare e vedere il punteggio risultante…

Da 0 a 200 punti: bufala improbabile
 Da 200 a 500 punti: possibile bufala
Da 500 a 900 punti: bufala quasi sicura
Oltre 900 punti: allarme rosso

Ovviamente i risultati di questo bufalometro sono solo indicativi. Una bufala improbabile che raccoglie poche decine di punti potrebbe essere comunque una balla clamorosa, mentre quella che sembra bufala da allarme rosso potrebbe essere perfettamente vera.
 Come sempre, la responsabilità di capire, di informarsi e farsi un giudizio stanno più nella testa di chi legge, che in ciò che si legge…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: