Gnosticismo e complottismo 1/3

Gnosticismo001

riflessioni variamente sparse e spesso fuori tema
suscitate dalla lettura del libro di Hans Jonas
sullo gnosticismo
libro pubblicato originariamente nel 1958
le riflessioni toccano diverse cose
che conosco di seconda mano se non terza
manipolare con cura
valutare con cautela

~ un altro caveat ~

Quanto segue parla di un antico sistema di pensiero ancora in gran parte avvolto nell’oscurità, lo gnosticismo, e quell’insieme eterogeneo di teorie contemporanee classificabili sotto l’etichetta di complottismo.
Analizzare i meccanismi di una teoria può spesso sembrare una denuncia della sua infondatezza, specie se l’analisi va a rovistare tra i motivi psicologici, veri o presunti, per cui la teoria viene abbracciata.
Chi scrive ha ben presente quanto sia facile questo fraintendimento, e preferirebbe evitarlo.
Le spinte psicologiche di chi aderisce a queste o quelle teorizzazioni complottiste non intaccano minimamente la plausibilità o la verità di queste ultime, che vanno eventualmente smontate (o confermate) sul loro stesso piano; cosa che non verrà fatta in questa sede.
Chi scrive preferisce comunque dichiarare, per onestà, un forte scetticismo verso ciò che comunemente si indica col termine complottismo.
Avverte inoltre che sa bene che ormai il termine “complottismo” ha assunto una connotazione negativa, ma tuttavia qui verrà usato unicamente per comodità, e senza (troppo) intento polemico.

~ gnosticismo e complottismo ~

Il complottismo contemporaneo è uno gnosticismo depurato dagli elementi religiosi e metafisici e riformulato in chiave politica e sociale.

Lo schema generale è lo stesso in entrambi i casi.
Il Mondo è il regno di entità superiori ostili e tiranniche, che tengono le masse umane in schiavitù.
La schiavitù non è palese, bensì occulta, gli individui sono assoggettati senza esserne consapevoli, e solo una nuova conoscenza potrà risvegliarli.
Il risveglio richiama gli individui a rigettare i tiranni del Mondo, coi quali non è possibile alcuna conciliazione.

Nello gnosticismo la scala è cosmica.
I dominatori sono gli Arconti planetarî e soprattutto il loro progenitore, il malvagio demiurgo che creò il Mondo, identificato col dio dell’Antico Testamento, e distinto da quello evangelico.
La liberazione avverrà quando lo spirito, purificatosi dalle scorie mondane (materiali e psichiche), ascenderà là di dove venne, la dimensione del Dio nascosto e trascendente.
Nel complottismo invece la battaglia si svolge quasi sempre all’interno del nostro Mondo, in accordo all’assenza di orizzonti trascendenti tipica d’oggi.
I dominatori sono potenti sette e conventicole che dietro le quinte manovrano uomini e nazioni come giocattoli: sono i massoni, gli Illuminati, la Sinarchia, il Nuovo Ordine Mondiale, i banchieri, il gruppo Bilderberg…
La loro malvagità e disumanità si riconosce nella natura delle minacce che ordiscono contro la popolazione, minacce volte a ottundere e controllare, se non distruggere, il fisico e la mente nel loro intimo tramite metodi subdoli e invasivi: sostanze introdotte negli acquedotti pubblici, irrorate da aerei ad alta quota, inoculate in farmaci, vaccini e nel cibo quotidiano; e ancora, messaggi subliminali nascosti in musica, film, pubblicità.
La rivolta alla dominazione occulta dev’essere preceduta da una presa di coscienza che scopra la falsità di tutto ciò che si credeva vero, e come questo inganno sia frutto di un piano preordinato in cui tutta la società è implicata.

Tutto ciò che sai è falso: uno dei primi casi di divulgazione complottista in Italia che ha ottenuto un certo successo editoriale

Tutto quello che sai è falso: uno dei primi casi di divulgazione complottista a ottenere in Italia un certo successo editoriale.

La presa di coscienza produce un isolamento rispetto una società e un Mondo rivelati nella loro disumanità, disumanità che tuttavia ora può essere spiegata con gran semplicità.
Il male, una volta spiegato, fa meno paura. Può essere affrontato.
La missione di chi ha compreso la realtà del grande complotto sarà diffondere queste nuove verità a quanta più gente possibile.

~ i nostri alieni dominatori ~

Il XX secolo, tuttavia, ha già visto teorizzazioni simili allo gnosticismo e dotati di un orizzonte se non trascendente almeno cosmico.

Innanzi tutto, la Chiesa di Scientology, con le sue narrazioni di principî spirituali imprigionati nella materia a causa delle azioni malvagie di dittatori transgalattici.

Xenu, il dittatore spaziale della Chiesa di Scientology, come compare nella serie animata South Park

Xenu, il dittatore spaziale della Chiesa di Scientology, come compare nella serie animata South Park.

Ci sono poi le vivaci e bizzarre teorizzazioni di David Icke, vera e propria epitome del complottismo di consumo, quello che macina libri dalle copertine molto colorate e titoli molto poco umili (da Il segreto più nascosto – Il libro che può cambiare il mondo a Il risveglio del leone. Umanità, mai più in ginocchio a E la verità vi renderà liberi).
Icke pesca in maniera indiscriminata da tutto il complottismo più paranoico e a sfondo tecnologico del dopoguerra, spruzzandolo con la psicologia pop americana dell’auto-aiuto e ottenendo un disegno ardito a dir poco.
Ma la storia, una volta sfrondata dei suoi prolissi barocchismi, è ancora la stessa: per Icke i governanti della Terra sono nientemeno che rettiliani, alieni transdimensionali sotto mentite spoglie che tramite tecniche occulte tengono schiava l’umanità, la cui libertà è mera illusione.
David Icke si può considerare una sorta di Scientology senza la Chiesa di Scientology. Un santone mediatizzato che non necessita di un’istituzione e una gerarchia nei cui veli di segretezza inquadrare e gestire adepti; al contrario, Icke vuole alzare la voce il più possibile perché tutti sappiano, e magari comprino i suoi libri e accorrano alle sue conferenze in giro per il Mondo.

Ritratto di rettiliano su sfondo di stelle.

Ritratto di rettiliano su sfondo di stelle.

Aggiungiamo la destra religiosa degli Stati Uniti, a lungo tempo grande brodo di coltura di immaginarî complottisti, e forse uno tra i maggior serbatoî, inconsapevole e insospettato, da cui queste tematiche scorrono e si diffondono, mutate e riformulate, in altre nazioni, in altri ambienti, anche del tutto opposti a quello originario.
È la destra religiosa che si tiene stretto il diritto a portare le armi, che detesta il governo federale, che immagina le Nazioni Unite in combutta col “musulmano” e “comunista” Obama per distruggere le libertà americane e tutto ciò che c’è di buono negli Stati Uniti: la religione cristiana, la proprietà privata, la famiglia tradizionale.
Ad esempio è da qui che parte nella sua forma contamporanea la paura dei vaccini (da qualche anno giunta anche in Italia), declinata nelle sue varie forme, minimali e massimaliste: dai vaccini che rischiano di causare l’autismo, ai vaccini come parte di un complotto globale depopolazionista, volto a ridurre forzosamente le dimensioni dell’umanità, in satanico contrasto col dettame biblico del “crescete e moltiplicatevi”.
Se David Icke, dietro ai suoi complotti, ci vede i rettiliani, versione fantascientifica e contemporanea del demonio dal piede caprino, per la destra religiosa americana dietro ai malvagi potenti del Mondo ci sarebbe l’Avversario per antonomasia, l’antico serpente, il nemico di Cristo e dell’umanità.
E non in senso metaforico.
A governare il Mondo sarebbe una setta satanica globale dedita a perversioni sessuali d’ogni sorta condite con sacrifici umani di vergini e infanti.
Queste teorizzazioni, in cui si mischiano elementi eterogenei, dalle scie chimiche, al controllo mentale tramite droghe e microchip, alla tirannide della moneta (manco a dirlo, identificata col marchio della bestia dell’Apocalisse di Giovanni), e via dicendo, una volta ripulite delle sfumature diaboliche, metafisiche e più spiccatamente apocalittiche nel senso proprio del termine, magari mantenendo solo lievi tocchi di immaginario estorico, queste teorizzazioni viaggiano e si diffondono in versioni più realistiche e plausibili, e mettono radici un po’ ovunque negli ambienti cosiddetti anti-sistema, e infine nell’immaginario del cittadino comune.

~ dietro la maschera ~

La cultura popolare ha fatto la sua parte nel radicamento del complottismo anche fuori dalle nicchie in cui, sino a un certo punto, era limitato.
A battere la strada è The X-Files, che tuttavia si mantiene su un certo livello di autoconsapevole divertissement e disincanto.
Ma poi arriva The Matrix, film che invece si prende parecchio sul serio, con la sua retorica al contempo e furbescamente anti- e filo-tecnologica, con le sue spruzzate di orientalismo, il suo messianesimo portato avanti a colpi d’arti marziali, il suo ribellismo antagonista contro un “Sistema” vagamente definito in modo da simboleggiare tutto e il contrario di tutto.
Dopo The Matrix, ecco V for Vendetta, altro grande capisaldo nella definizione dell’immaginario ribellista e dei suoi parafernalia, tra cui l’inevitabile maschera di Guy Fawkes.

Grazie a un film di Hollywood, i ribelli del nuovo millennio indossano il volto di Guy Fawkes, soldato cattolico devoto al papa di Roma.

Grazie a un film di Hollywood, i ribelli del nuovo millennio indossano il volto di Guy Fawkes, soldato cattolico devoto al papa di Roma.

Verrebbe da dire che se The Matrix è la teoria, V for Vendetta è il manuale pratico.
Dietro V for Vendetta ci sono sempre i fratelli Wachowski che, più di recente, hanno girato L’Atlante delle Nuvole, tratto da un romanzo che a sua volta risente pesantemente della retorica anti-sistema partita proprio da The Matrix.
The Matrix è uno dei grandi collettori che, a cavallo del millennio, ha raccolto e ridistribuito presso i segmenti antagonisti e non dell’area politica vagamente identificabile come “a sinistra”, e presso un pubblico profano e generalmente disimpegnato, l’ossatura fondamentale dell’ideologia gnostico-complottista.
Vale la pena ribadirne i contenuti: il Mondo come una prigione mascherata fatta di dominatori nascosti e di prigionieri inconsapevoli, e di un piano da svelare per liberarsi.

{…continua…}

Annunci

5 Responses to Gnosticismo e complottismo 1/3

  1. JanQuarius says:

    Le teorie di David Icke mi sembrano interessanti.
    Che poi siano veri o falsi, non lo sa nessuno…
    possiamo fidarci o dei nostri sensi, o della ragione,
    o del credo…

  2. paolo says:

    Ottimo, articolo davvero interessante, era proprio quello che cercavo! Grazie per lo spunto!

  3. Pingback: Gnosticismo e complottismo 2/3 | lleM gaM - この世の中

  4. Pingback: Gnosticismo e complottismo 3/3 | lleM gaM - この世の中

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: